IL PUNTO DI NON-RITORNO

This post is also available in: enEnglish

Il punto di non- ritorno

Ma perché spesso le nostre aspirazioni non si concretizzano nonostante le buone intenzioni, la coerenza tra i buoni propositi e le azioni, il senso di responsabilità e la fermezza nel raggiungere i nostri obiettivi ?

Le risposte più ricorrenti riguardano:

  • la conflittualità tra la volontà dell’Io e la volontà dell’anima

  • il karma

  • la contrapposizione tra i desideri e i veri bisogni

  • la qualità del tempo ( non è ancora il momento)

  • il fatto che, una volta individuati gli obiettivi, non si lascia andare

Può esistere ancora un’altra possibilità.

Ciò che non si realizza, è perché il processo di concretizzazione non ha raggiunto il punto di non-ritorno.

Il flusso del divenire si dispiega secondo un movimento a sinusoide.

Ciò che consente il raggiungimento del punto di non-ritorno, è l’elaborazione e la consumazione di un processo , che prevede una fase di ascesa e una fase di discesa ( onda sinusoidale).

Il punto di intersezione tra ascesa e discesa è il punto di non-ritorno.

Qui avviene una trasformazione a livello energetico e una presa di coscienza a livello individuale, che consente la svolta della concretizzazione del cambiamento.