LA SESSUALITA’ Parte seconda

 

LA SESSUALITA’

Parte seconda

La Legge della dualità ha lo scopo di scindere per poi unire, per adempiere al divenire della coscienza.

Questa continua opera di scissione e poi di integrazione nel divenire esplica l’intento primo di Dio Creatore, che ha dato inizio alla Manifestazione di Sè, attraverso la differenziazione (non scissione : Dio…UNO) e poi l’unione della Sua Parte Maschile e della Sua Parte Femminile (Dio Padre e Dio Madre).

Dio, prima della Sua Manifestazione, era racchiuso, imploso in Se Stesso (ZERO).

Nel momento in cui Colui che E’ decise di Manifestarsi (UNO), promulgò un amplesso tra la Parte Maschile e la Parte Femminile di Se Stesso, attraverso il quale si originò l’esplosione orgasmica cosmogonica di tutta la Creazione.

Questo è il primo Atto della sessualità dell’Essere che si manifesta.

E ogni qualvolta un uomo e una donna si trovano nelle condizioni succitate (v. prima parte), proiettano, riflettono questo atto primario della Manifestazione di Colui che E‘.

Sulla scala adeguata al loro Archetipo e nell’apoteosi del loro amplesso, l’uomo e la donna producono una esplosione atomica e fotonica, in grado di promuovere un’opera di co-creazione.

Questa esplosione produce degli echi, in grado di trasmutare l’energia, in modo da promuovere dei salti quantici fotonici nella scala della crescita della consapevolezza.

In questo modo l’individuo uomo donna assurge alla trascendenza della dualità, diventando nel processo di integrazione Uno.

Tutta la Creazione è figlia dell’Amplesso tra il Pensiero (Parte Maschile) e il Sentimento  (Parte Femminile) di Dio.

Nella Coscienza dello Spirito la sessualità è costituita dall’unione di questi due Aspetti Archetipali di Dio.

Man mano che si discende per vibrazione lungo la scala della Creazione, l’aspetto della sessualità si accorda con le vibrazioni della coscienza di livello.

La sessualità degli Arcangeli corrisponde all’atto di Manifestazione della Vita a livello degli Archetipi (Modelli Perfetti codificati dal Dio della Creazione e di tutte le creature).

Attraverso la Coscienza di questo livello dell’UNO, il Pensiero e il Sentimento di Dio vengono conformati in assonanza con il grado dell’Essere corrispondente.

Pertanto gli Arcangeli attraverso questi due aspetti, che sono integrati, provvedono e vigilano affinchè il Processo della Manifestazione della Creazione attui il suo excursus innato.

Presso il livello degli Angeli l’adattamento vibrazionale si esplica attraverso un atto di concretizzazione della Manifestazione Archetipale per forma e specificità.

La concezione della sessualità, dunque, nell’ottica della Verità corrisponde sempre a un atto di creazione o di co-creazione nell’Amore e con l’Amore.

Quando avviene un rapporto sessuale tra due individui, questo include una compenetrazione non soltanto fisica, ma anche a livello sottile.

I corpi sottili di un individuo contengono le informazioni, il vissuto, i pensieri, le emozioni, il karma del soggetto. Quindi nel rapporto sessuale avviene lo scambio di tutto questo corredo presente nel campo elettromagnetico dei partners.

Da ciò deriva l’importanza della risonanza energetica nella coppia, affinchè si crei una assonanza che conduca verso una armonizzazione.

Quando esiste il sentimento dell’Amore da ambo le parti, si viene a creare una sintonizzazione con le note dell’Armonia.

Quando non sussiste il sentimento dell’Amore, si producono delle note distoniche, che, a lungo andare, possono causare squilibri e disturbi psichici..

Lo scambio nel sottile delle informazioni, presenti nel singolo campo elettromagnetico, produce degli effetti. Questi perdurano nel tempo, costituendo una memoria cellulare, che prolifica l’evoluzione dell’individuo, se corroborata dalle intenzioni del sentimento dell’Amore. Altrimenti si effettua una involuzione per caduta vibrazionale.